I cookies ci aiutano a migliorare l'esperienza e a proteggerti. Continuando ad usare il sito, accetti le condizioni.

Open Eye Signal #14

di Redazione SoundBound

Diamo spazio agli ascolti che ci hanno colpito, alle release che riteniamo più interessanti o alla musica che pensiamo valga la pena essere ascoltata: ecco a voi il quattordicesimo episodio della nostra rubrica “Open Eye Signal”.

DJ Koze – Pampa Records, Vol.1 [Pampa Records]
Ai tempi dell’annuncio ve l’avevamo già segnalato che era pronta una compilation di Pampa Records, la label di DJ Koze. Una raccolta divisa in due dischi a cui partecipano artisti del calibro di Matthew Herbert, Jamie xx, Mount Kimbie, Gold Panda e tanti tantissimi altri. Fra le tracce più belle da segnalare è proprio Come We Go prodotta da Jamie xx e DJ Koze, per l’occasione con lo pseudonimo Kosi Kos.

Segnalata da: Gianpaolo Tuzzo

Ghost Culture – Safe / Multiply [Phantasy Sound]
Reduce dal bellissimo disco pubblicato l’anno scorso, Ghost Culture rientra in studio e sforna un EP di due tracce sempre per la Phantasy Sound di Erol Alkan. “Safe” dai toni cupi e oscuri, piena di contaminazioni acide e “Multiply” un viaggio di quasi otto minuti in cui una voce scandirà sporadicamente il titolo della traccia e che con il suo crescendo vi farà decisamente perdere.

Segnalata da: Gianpaolo Tuzzo

Danny Lo Scippo – Dorevo EP
Era da molto tempo che l’italianissimo Daniele Zonca aka Danny Lo Scippo non rilasciava qualcosa, visto che l’ultimo lavoro pubblicato, Pads and Potatoes, risale al 2012. Dorevo EP, uscito per Syntheke Records lo scorso 4 maggio, è un disco di elettronica da ascolto molto melodica, con la sincopata ed elaboratissima Evo posta in apertura e Dorf, bellissimo viaggio mentale dai suoni dolci, in chiusura. Sicuramente un EP che merita la segnalazione e una conferma per Syntheke che continua a sfornare ottimi dischi (avevamo tempo fa recensito il lavoro di HatGuy, che ci aveva positivamente colpito).

Segnalata da: Nicola Gatti

Swoosh – Over and Above EP
Finalmente è tempo del disco di debutto per Swoosh, nome d’arte di Giulio Paternò, dj e adesso producer romano. L’EP, uscito su Autum Records (anche per l’etichetta questo è il primo disco), presenta come prima traccia Over, che presenta atmosfere che ricordano un po’ la tech-house di matrice Tale of Us, e, a differenza dei prodotti piatti e schematici che molto spesso ascoltiamo in giro, è una traccia in continua evoluzione e cambiamento, non disdegnando neanche l’utilizzo di una tradizionalissima chitarra. Chitarra utilizzata anche nella secondo pezzo, con il quale si chiude l’EP, intitolata ovviamente Above, nella quale si va verso suoni tipicamente ambient e più rilassati. Buon ascolto.

Segnalata da: Nicola Gatti

V/A – Surinam Funk Force LP [Rush Hour]
Una bella e rinvigorente dose di funk e boogie latino provenienti dai dancefloors della piccola repubblica di Suriname. Questa variopinta compilation è idealmente il seguito della raccolta Surinam!edita nel 2012 da Kindred Spirits, etichetta sorella di Rush Hour. Concepito da Antal Heitlager e Thomas Gesthuizen, l’LP contiene dieci gemme di differenti artisti che risalgono a release pressoché introvabili degli anni Settanta ed Ottanta. Surinam Funk Force è un disco groovy carico di colore e vitalità. Raccomandato con calore.

Segnalata da: Giulia Brambilla

Voodoohop Entropia Coletiva I LP [Voodoohop]
Voodoohop è un cospicuo collettivo sudamericano di artisti (dj, producers, ballerini, artisti visuali) fondato dagli organizzatori di una serie di parties non convenzionali. Sempre inclini alla sperimentazione ed all’esplorazione di territori insondati, gli intraprendenti ragazzi di Voodoohop hanno dato vita ad un LP esotico e psichedelico. Entropia Coletiva è un coloratissimo caos nel quale cantilene e musiche tradizionali brasiliane si fondono con coinvolgenti ritmi dal sapore rituale. Un organismo vivente che resuscita il fantasma di antichi canti / Dalle imperfezioni nascono melodie disordinate. Così lo descrivono loro stessi.L’artwork a dir poco surrealista fa il resto.

Segnalata da: Giulia Brambilla

Monoplay – Anymore [Poker Flat Recordings]
Monoplay, all’anagrafe Raha Medzhidov, viene dalla Russia e pubblica per l’etichetta di Steve Bug questo Ep composto da cinque tracce di una deep house piuttosto lenta che viaggia tra i 115 e i 118 bpm ma dalle belle atmosfere.
Raha è anche un cantante, oltre che un producer, ed è sua la voce nelle versioni vocali di Anymore e di I was.
Nell’Ep anche un remix di Manuel Tur.
Da tenere d’occhio.

Segnalata da: Saro Newcombe